Yogurtiera professionale: scopri i processi di produzione

yogurtiera professionale

Molti, nella foga di acquistare il prodotto migliore in assoluto, tendono a ricercare strumenti professionali che spesso sono adatti solo ad un uso adatto alle attività commerciali. Stesso discorso si presenta per le yogurtiere e molti, essendo avidi consumatori di yogurt, pensano che una yogurtiera professionale possa fare al caso loro. In realtà, la produzione dello yogurt, sia che si svolga in una piccola attività commerciale, sia che si svolga a livello industriale, è ben diversa dalla produzione che molti di noi realizzano a casa.
Questa differenza, non solo si avverte nei processi produttivi ma anche, e soprattutto, nei macchinari che vengono adoperati nei vari passaggi.
Si tratta di macchinari molto complessi, adatti ad accogliere grandi quantità di liquidi e quindi, molto ingombranti. Prima di vedere gli  step e i macchinari che vengono utilizzati nella produzione dello yogurt, vogli mostrarti alcuni modelli che, seppur non professionali, ti garantiscono degli ottimi risultati.

Yogurtiera/formaggiera: Lagrange 439601 e Seb yg6581fr

Perchè ti propongo questi modelli?
Si tratta di yogurtiere compatte che oltre a preparare un ottimo yogurt ti permettono di realizzare sfiziosi formaggi. Partiamo dalla Lagrange 439601, una yogurtiera con finitura in acciaio spazzolato. Passare da una funzione all’altra è davvero semplicissimo, grazie al semplice pannello di comando integrato da un display. In dotazione, oltre ai 7 vasetti in vetro, ti vengono fornite 4 fuscelle per la preparazione del formaggio.


Lagrange 439601
Leggi la recensione
  • capacità: 7 vasetti;
  • doppia funzione: formaggiera yogurtiera;

L’altro modello di cui voglio parlarti è la Seb yg6581fr, una yogurtiera che si distingue per la sua capacità: ben 12 vasetti di yogurt pronti in un sol colpo.
Oltre alla preparazione del classico yogurt, con la Seb yg6581fr potrai realizzare yogurt da bere, e dessert a base di yogurt. In più, anche in questo caso, non manca la doppia funzione yogurtiera/formaggiera.


Yogurtiera Seb YG6581FR
Leggi la recensione
  • capacita:12 vasetti;
  • doppia funzione: yogurtiera/formagiera.

Dalla capacità ridotta, ma con le identiche funzioni del modello più grande, troviamo la Seb yg6571fr. Anche in questo caso vi è la doppia funzione yogurtiera/formaggiera. Un semplice e intuitivo pannello di comando ti permette di utilizzarla semplicemente. la capacità, invece, si dimezza, scendendo a 6 vasetti.

Come si prepara lo yogurt in modo professionale

Il primo passo è quello di filtrare il latte, affinché le impurità che potrebbero essere presenti, vengano eliminate. A questo punto, il latte viene raffreddato e mantenuto ad una temperatura di circa 5°C. In questo modo può essere sottoposto alle analisi di laboratorio ed essere conservato fino al suo utilizzo.
Superate le analisi di laboratorio, il latte deve essere sottoposto a pastorizzazione. La pastorizzazione consiste nel portare il latte ad alte temperature, circa 90°C, per eliminare batteri patogeni, quindi non salutari per il nostro organismo, è deleteri anche per la fermentazione.
Il terzo step consiste nell’omogeneizzare il latte. L’omogeneizzazione è un processo che frammenta le particelle di grasso presenti nel latte, per ottenere un composto che sia il più omogeneo possibile.
Infine, vi è il passaggio che porta al prodotto finale e cioè la fermentazione. Per far si che questa avvenga, il latte viene fatto raffreddare ad una temperatura di circa 40°C. A questo punto vengono inoculati i due lactobacilli responsabili della fermentazione, lo Streptococcus thermophilus e il Lactobacillus bulgaricus. Questi predigeriscono il lattosio trasformandolo in acido lattico.
È solo dopo tutti questi passaggi che finalmente si ottiene lo yogurt. Quindi, quando cerchiamo una yogurtiera professionale, effettivamente non possiamo riferirci ad un unico macchinario, poiché gli strumenti utilizzati nelle produzione dello yogurt, come abbiamo visto sono diversi: un pastorizzatore, un omogeneizzatore e un fermentatore.
In alcuni casi, soprattutto nelle gelaterie, per la produzione dello yogurt viene impiegato un pastorizzatore che include anche opzioni quali omogeneizzatore e un termostato che possa far giungere alla giusta temperatura il latte, per inoculare i lactobacilli.
Tutti questi macchinari sono davvero ingombranti e poco adatti ad essere utilizzati a casa.
A questo punto ti consigliamo di rivolgere la tua ricerca ad una buona yogurtiera sicuramente più adatte all’uso domestico, che hanno dimensioni molto contenute, soprattutto se paragonate ai macchinari succitati.

Yogurtiera professionale: prezzi

Oltre ad essere molto ingombranti, questi macchinari hanno un’altra caratteristica che farà pensare riguardo all’acquisto di un macchinario professionale: il prezzo.
A differenza dei prezzi delle normali yogurtiere domestiche, questi macchinari costano migliaia di euro. Questi costi sono giustificati dai materiali molto resistenti con cui sono assemblati e dai complessi meccanismi che fanno si che lo yogurt sia il migliore possibile per quanto riguarda la texture, le proprietà organolettiche ed il gusto.
Se quindi vuoi produrre dell’ottimo yogurt a casa, puoi cliccare sui link che ti abbiamo fornito. In questo modo potrai visionare tantissime yogurtiere adatte ad un uso domestico, che riescono a produrre fino ad 1 l di yogurt. Potrai scegliere tra i modelli a caraffa o quelli con vasetto. Le dimensioni, in entrambi i casi sono molto ridotte, com’è ridotto il prezzo. Per acquistare una yogurtiera infatti, non dovrai affrontare una grossa spesa. Si parla di poche decine di euro. Per scoprire il prezzo esatto di un determinato modello, clicca sul link di cui è corredato. Così facendo, oltre a visionare il prezzo, potrai usufruire di eventuali offerte e leggere le recensioni dei clienti che hanno già acquistato il prodotto.

Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2019 13:16